Social Local Marketing: come trovare clienti nella tua zona

social-local-marketing-milano

I social media sono strumenti che consentono di ottenere feedback dal pubblico in tempo reale e, a differenza dei metodi di marketing tradizionali, consentono alle aziende di convertire gli utenti da destinatari passivi di messaggi a promotori attivi.

Il social local marketing è una strategia rivolta ai consumatori e ai clienti entro un certo raggio dalla posizione fisica dell’azienda. Questo tipo di marketing è spesso chiamato marketing di quartiere per sottolineare l’importanza della posizione fisica nell’azienda.

I grandi brand, utilizzano il social local marketing perché conoscono il potenziale dei social network. Essi promuovono il mercato locale, investendo più risorse nella promozioni di messaggi destinati a target qualificati che si trovano nelle vicinanze.

Attualmente le attività di marketing che possono essere effettuate sui social media, consentono ai brand di connettersi con i prospect, ma anche con i clienti fidelizzati, continuando a coinvolgerli e a mantenere constante e attiva l’interazione.

Quali sono le piattaforme più adatte per costruire una strategia di Social Local Marketing

Fare social media marketing in maniera corretta non è così scontato: è importante stabilire quali canali social presidiare e quali riescono a colpire dritti il proprio target di riferimento.

Ogni settore è diverso, pertanto anche i social sui dovrebbe essere presente variano in base agli obiettivi dell’impresa, alle buyer personas sui si vuole puntare e, non per ultimo, al proprio business.

Il consiglio è quello di definire inizialmente il proprio pubblico di riferimento cercando di capire dove questo è più attivo e cosa influenza le loro decisioni di acquisto.ù

  • Facebook oggi conta 2,6 miliardi di utenti ed è in questo momento il social più utilizzato dalla popolazione mondiale. Secondo uno studio il 77% delle aziende B2C ha acquisito almeno un cliente tramite Facebook. Facebook è la prima piattaforma con cui puoi connetterti con i tuoi utenti, veicolare messaggi e contenuti di valore interessanti, socializzare con i follower coinvolgendoli in promozioni, sconti e Contest. Se utilizzato correttamente, Facebook può essere una risorsa inestimabile per la tua impresa locale. 
  • YouTube conta 1,9 miliardi di utenti registrati e funziona bene per la sua componente creativa e educativa. Grazie a Youtube è possibile creare contenuti video come risoluzione ai problemi, manutenzione, tutorial e così via.
  • Instagram conta all’attivo 1 miliardo di utenti ma è uno dei social in più rapida espansione. Qui è facile fare leva sui contenuti visivi di alta qualità, come immagini, video, stories, igtv, reel e utilizzare la strategia dell’influencer marketing.
  • TikTok (con i suoi 800 milioni di utenti attivi è diventato il sesto social network più influente a livello globale) è un social da tenere sott’occhio per creare contenuti divertenti e “freschi”. Il target medio è molto giovane, ma offre una vasta gamma di possibilità di creazione di contenuti interessanti da tenere in considerazione.
  • Twitter ha 330 milioni di utenti con una media di 500 milioni di tweet al giorno. Può essere un social considerato “troppo veloce” per alcuni ma ha una sua caratteristica prioritaria (sopratutto per le grandi aziende): la capacità di offrire ai suoi utenti un servizio clienti immediato e un rapporto diretto con l’azienda.
  • LinkedIn (575 milioni di utenti, con più di 260 milioni di utenti attivi mensili), è il social professionale che sarà utile alla tua azienda non solo a livello di immagine aziendale ma anche per avere un rapporto lavorativo con i tuoi fornitori oltre alla sua possibilità di reclutamento.

Quali sono le fasi per impostare una strategia di Social Local Marketing

  1. Costruire un posizionamento forte sul mercato

Costruire un forte posizionamento sul mercato vuol dire effettuare efficaci scelte strategiche. Attraverso un’attività di digital marketing strutturata è infatti possibile creare un brand forte che sia in grado di invogliare gli utenti a pagare di più per acquistare un prodotto.

  1. Privilegiare il marketing a risposta diretta per monitorare i risultati dell’attività on line

Nel marketing è fondamentale non sprecare budget. Motivo per il quale è necessario adottare strategie misurabili e targettizzabili, che abbiano un unico scopo: vendere.  Il marketing a risposta diretta si compone di tutte quelle attività che consentono di misurare delle azioni intraprese e quindi di calcolare il ROI delle proprie attività.

  1.  Sfruttare i social media per andare a colpire solo utenti interessati

I social media consentono di andare a targetizzare in maniera molto specifica il proprio bacino di utenti. Questa strategia permette all’azienda di avere un target qualificato e realmente interessato e che si recherà fisicamente in negozio o andrà ad acquistare quel determinato prodotto o servizio sul proprio e-commerce.

  1. Svolgere attività di marketing in modo continuativo

Le azioni di marketing hanno bisogno di continuità, costanza e pianificazione. Obiettivi chiari e misurabili, costantemente monitorati ed ottimizzati, avranno la possibilità di ottenere buoni risultati in termini di redemption e brand awarness.

  1. Impostare contenuti costruiti per vendere

Lo scopo del marketing, come abbiamo detto, è vendere: per questo è necessario costruire contenuti (post, visual, landing page..) con il solo obiettivo di persuadere e compiere un’azione specifica: l’acquisto. In questo caso è necessario non solo studiare le mosse dei competitor, ma soprattutto redarre contenuti persuasivi attraverso le tecniche del copywriting.

  1. Fare attività di Remarketing

Avere una pagina Facebook, adottare nuove strategie ed utilizzare i social network per promuovere il proprio brand a volte non basta e soprattutto non converte immediatamente. Solo il 2% degli utenti che visita una pagina web converte, ovvero compie un’azione, come ad esempio acquista un prodotto, lascia un’email o chiama per ricevere informazioni. Con il remarketing è possibile recuperare parte di quel 98% di utenti che ha deciso di non compiere subito l’azione. Questa tecnica agisce solo ed esclusivamente su chi ha già interagito con la vostra azienda. 

  1. Lead Nurturing: dall’online all’offline

Alle persone che si sono dimostrate interessate al proprio contenuto è possibile far intraprendere delle azioni per spostarle il prima possibile dall’online all’offline per avere un contatto diretto, in cambio di un’offerta dedicata o un premio.

  1. Analisi dei KPI

Quando si effettuano delle scelte di marketing, nulla viene per caso. Ogni sistema di marketing che si rispetti deve essere misurabile. La misurazione dei dati è essenziale per capire se gli investimenti che si stanno facendo hanno un ROI positivo o negativo.

Vuoi costruire una strategia di social local marketing e trovare nuovi clienti nella tua zona e non solo? Contattaci per una consulenza gratuita!

Leave A Reply

SEO Audit